Pubblicazioni e recensioni 2016-2013

Associazione Culturale “Biblioteca Enigmistica Italiana - G. Panini”
Via Emilia Ovest 707, Modena - www.enignet.it - info@enignet.it 
 
 
Logo BEI
 
Stralci delle recensioni apparse sulla stampa e sulle riviste specializzate

  

Tiberino, Pippo, L'enigmistica nella Grande Guerra

BEI, Modena 2016 - 26 pp. A/4 scaricabile qui

Nel volumetto di agevole lettura sono ricordate le sezioni enigmistiche dei "Giornali di Trincea", brevi biografie dei numerosi enigmisti coinvolti nel conflitto, notizie, lettere e curiosità dell'epoca. Corredano l'opera molte fotogra­fie e riproduzioni dalle riviste di allora. Un grande lavoro di ricerca a dimostrazione, se ce ne fosse bisogno, del grande amore per la nostra arte che muove i due autori. È una lettura molto interessante e coinvolgente per tutti, e non possiamo che consigliarne la lettura agli enigmisti, e non solo. Come per tutte le altre pubblicazioni BEI, l'edi­zione è gratuita ed è scaricabile dal sito www.enignet.it. (Selenius, “Crittografie” n. 50-2016, pag. 6)

Una testimonianza toccante sulla presenza dell'enigmistica e degli enigmisti italiani nel conflitto mondiale 1914-18, con materiale storico e iconografico d'estremo interesse (“La Sibilla” n. 1-2016, pag. 44)

L’enigmistica ci può anche raccontare di un mondo che non c’è più, o di cui non siamo stati diretti protagonisti. E’ quello che hanno fatto Tiberino& Pippo (…).C’è una struggente tenerezza che percorre le pagine di questa pubblicazione che, una volta giunta alla fine ci fa pensare ai nostri nonni e ne racconta una sfaccettatura un po’ meno triste delle rievocazioni della Grande Guerra e a volte commuove (…) al di là dell’aspetto puramente enigmistico. (…) Nella seconda parte troviamo tutti gli enigmisti coinvolti, in vari modi, nella Grande Guerra e anche qui, pur in brevi scorci, intravvediamo un pezzetto di vita o un toccante ricordo. (…) L’ultima parte della pubblicazione tratta delle notizie delle riviste enigmistiche riguardanti la guerra. (Manuela, “Penombra” n. 7- 2016, pag.2)

 

Simone Fornara, Francesco Giudici, “Giocare con le parole”

Carocci, Roma 2015

Si tratta di una raccolta di oltre trenta proposte di ludolinguistica, cioè di attività che portano a scoprire il funzionamento delle parole dell’italiano e ad ampliare il proprio vocabolario attraverso il gioco e il divertimento. Nelle intenzioni degli autori, i giochi di parole costituiscono una strategia didattica coinvolgente che non fa sentire il peso dell’apprendimento. (Pratolina, “La Sibilla” n. 2-2016, pag. 83)

 

Furio Monteverdi (Galeazzo) – “Colloqui” (a.c. di Pippo, Haunold e Nam)

B.E.I., Modena 2016 – 76 pp. A4, pdf 3,4 Mb - scaricabile qui

 

La penna aguzza era lo strumento attraverso il quale (ce lo racconta Cameo) sapeva essere fine e vigoroso polemista: forse meno aguzza, tuttavia maneggiata con la medesima abilità, era la sua penna quando intervistava altri enigmisti in colloqui mai banali, in ritratti che abbellirono le pagine di Fiamma Perenne all’inizio degli anni Cinquanta. Stiamo parlando di Galeazzo, pseudonimo (…) di Furio Monteverdi, l’autore dei “Colloqui” che la B.E.I. (…) ha deciso di raccogliere in un’unica pubblicazione. (…) Era il 1951, si era (…) nel terzo ciclo di vita di Fiamma Perenne e, in quella prosa che la raffinatissima grafica della Fiamma differenziava opportunamente (…), i lettori cominciavano a gustare le interviste di Galeazzo che costituiscono ancor oggi “finestre aperte sul nostro luminoso passato” come ben spiega Pasticca nella prefazione. (Federico, Penombra n. 12-2016 pag. 15)

Simposio, “I cento enimmi latini / dati da risolvere durante i saturnali”

Milano 2016, 132 pp., fuori commercio
Distribuito dall’autore Giovanni Riva, Via Torino 22, Usmate MI (tel. 039.670557, 392.4444232) giovanni.riva.lasting@teletu.it

(…) Sono stati raccolti, in una elegante edizione, “I cento enimmi latini / dati da risolvere durante i Saturnali” di Simposio con la traduzione (apparsa su Penombra 1981/82) curata da Zoroastro, qui corredata con quelle, rispettivamente, di J. Castiglioni (1581) e di Marac che nel 1985 tradusse “Gli indovinelli latini di Simposio” dalle terzine del latino in quartine. Tale edizione è stata intelligentemente corredata da un’ampia prefazione di Zoroastro, dei “chiarimenti” di Lasting e, a piè di pagina di ogni enimma, da rapide ed esaurienti annotazioni sempre di Zoroastro in merito al contenuto di ciascun enimma. (…) In chiusura c’è l’esauriente bibliografia compilata da Zoroastro, nonché gli indici delle soluzioni: quelle in latino e quelle in italiano. (…) E' un’edizione che fa onore alla bibliografia dell’Enimmistica Classica e che ogni enimmista, degno di questo nome, non può non annoverare nella sua biblioteca. (Fantasio, Penombra n. 12-2016, pag.14).

 

• Nello Tucciarelli (Lionello), Quarant'anni di rebus

vol. V, Roma 2015, 195 pp., stampa in proprio

Il “nostro” Lionello ha dato alle stampe il quinto volume (dedicato all’indimenticabile Anna) dei suoi QUARANT’ ANNI DI REBUS. Questo volume è una sorta di… riassunto delle puntate precedenti, poiché raccoglie i rebus già pubblicati nei precedenti quattro volumi, ma suddivisi per classi tematiche, sfruttando anche immagini di opere d’arte, con le soluzioni riportate nelle ultime pagine per dare al lettore il piacere di trovare la risoluzione. Un com­pen­dio utile e dilettevole, con tante belle immagini e illustrazioni realizzate dai migliori disegnatori rebussistici.

Chi è interessato al volume può contattare direttamente l’autore (tucciarellinello@libero.it). (“Penombra” n. 6-2015, pag. 15)

 

Roberto Morraglia, L'infinito infinito

I quaderni dell'Oplepo n. 3, Napoli 2015 info@oplepo.it

E' una rielaborazione della famosa poesia di Giacomo Leopardi e prende la mosse da una domanda che mi sono posto quando ho iniziato a lavorarci: se altri poeti, prima o dopo Leopardi o suoi contemporanei, avessero pensato di scrivere dei versi su quel tema, l'Infinito appunto, come li avrebbero realizzati? Così, in maniera provo­ca­toria, ma nel rispetto delle regole della ludolinguistica, che è un gioco ma molto serio, mi sono calato nei panni dei grandi della letteratura e li ho imitati. (Il Matuziano, “La Sibilla” n. 4-2015, pag. 184)

  

• Nicoletta Mare, Anagrammi di... versi

Il Bandolo, Palermo 2015

Capita spesso di imbatterci in pubblicazioni enigmistiche scritte da persone estranee alla nostra ristretta cerchia di enigmisti e molto spesso il risultato è deludente. Stavolta invece siamo rimasti piacevolmente sorpresi da questo volumetto (in 16°) perché abbiamo trovato in esso anagrammi molto ben fatti e nuovi. Il libro si apre con la storia degli anagrammi, analisi, curiosità ed esempi famosi, dopodiché l'autrice ci stupisce con alcune poesie scritte con versi anagrammati scritti con sapienza e ottimo gusto (Guido, “La Sibilla” n. 4-2015, pag. 184)

  

• Nivio Fortini, Manuale di enigmistica classica

Effigi, Arcidosso Grosseto 2015
Nivio Fortini . via Micca 31 – 58200 Grosseto 0564 25562 nivio@parole.tv

...un lavoro valido ed encomiabile (Ennio Peres, “Linus”, dicembre 2014)

Un aiuto per conoscere meglio tutti i tipi di gioco enigmistico e i trucchi per risolverli arriva dal manuale scritto da un grossetano, Nivio Fortini, che si occupa di enigmistica per passione da decenni. Il Manuale, ricco di illustrazioni, passa in rassegna 145 giochi, dai classici alle novità, e propone trecento esempi con tutte le spiegazioni per i solu­tori. (…) Il Manuale di Fortini offre tutti gli strumenti per affrontare qualunque tipo di gioco, compresi i trucchi del mestiere e un’esercitazione finale. (s.l., “Il Tirreno” 27-7-2015)

Volumetto formalmente ben strutturato, suddiviso in capitoli di agevole consultazione, e con le singole voci ben spiegate e corredate di molti esempi. Sono rimasto profondamente deluso e dispiaciuto dopo aver letto molti esem­pi che, non avendo nulla a che fare con l’enigmistica classica, procurano un danno enorme alla nostra causa, poi­ché i neofiti che si accingeranno a leggerlo potrebbero convincersi che questa è l’enigmistica classica… Non è la prima volta che si perde un’occasione per propagandare la nostra Arte e invece si ottiene l’effetto opposto. (Guido, “La Sibilla” n. 5-2015, pag. 197)

[Il Manuale] riprende una classica ripartizione fra “giochi in versi” (indovinelli, sciarade, eccetera), “giochi illu­strati” (rebus), “crittografie” e “cruciverba”. Quest’ultimo non sarebbe un gioco da enigmistica ‘classica’, e anzi la denominazione è nata proprio per separarlo dalle sorti degli altri giochi, considerati nobili (ancorché, o perché, non commerciali). Ma per i “classici”, se un cruciverba ha definizioni a doppio senso allora è ammissibile. Il grosso del libro è però dedicato ai giochi in versi, con esempi per ogni tipo di combinazione. (Stefano Bartezzaghi, “Venerdì” di Repubblica, 28-8-2015)

 

• Haunold, Pippo, La crittografia non è difficile

BEI, Modena 2015 – 19 pp. A4 – scaricabile qui

Abbiamo avuto modo di leggere attentamente l'ultimo nato fra i volumetti prodotti dalla BEI e riteniamo che costituisca un'ottima introduzione alla crittografia, rivolta soprattutto a chi non la conosce e vuole avvicinarvisi in maniera dolce e divertente. La lettura è scorrevole e piacevole, con  tratti simpatici che creano un'atmosfera amichevole per il lettore, introdotto gradualmente nel nostro mondo grazie ai numerosissimi validi esempi, chiari e istruttivi. Lo consigliamo caldamente a tutti, anche agli esperti, perché no? L'opera, di Haunold e Pippo, si trova nel sito BEI www.enignet.it. (Selenius , “Crittografie” n. 47-2015, pag.7)

L’ultima pubblicazione che Haunold e Pippo, in collaborazione con Nam per la presentazione grafica, hanno curato per le edizioni BEI si discosta notevolmente da quei volumetti che trattano di enigmistica in generale e di crittografie in particolare in modo sciatto e trasandato, talora senza neppure il conforto di un’adeguata documenta­zione o, all’opposto, con stile supponente, eccessivamente paludato rivolto agli iniziati. Il presente libretto, invece, si presenta ben strutturato e particolarmente equilibrato in ciascuna delle parti in cui si suddivide. Dal punto di vista divulgativo il lavoro degli Autori può dirsi doppiamente meritorio, tale da costituire non solo un manualetto di ap­pren­di­mento per i neofiti, ma anche, con l’ovvia cautela del caso, un approfondimento per chi già conosce in parte la pratica crittografica… Il linguaggio, infatti, è scientemente costruito in modo piano, chiaro e scorrevole cosi che la lettura possa essere sicuramente raccomandata a tutti coloro che vogliano iniziare a esplorare, magari spingen­dosi anche un po’ più in là, l’affascinante e per certi versi “arcano” mondo crittografico. Apprezzabile la puntualità espositiva corredata da una dovizia di esempi chiari ed esaustivi che, lucidamente commentati, illustrano e svisce­rano il meccanismo delle varie tipologie crittografiche accompagnando il lettore, passo dopo passo, sempre tenen­dolo per mano, lungo tutto il percorso che partendo dall’esposto con­duce alla soluzione attraverso la sequela dei necessari passaggi logico-deduttivi. E quando al termine di una let­tura avvincente e incalzante alla stregua di un “giallo” ci appare la soluzione, vien quasi da dire: beh, in fondo “La crittografia non è (poi così) difficile”! (Il Leone, “Penombra” n. 2-2016, pag. 15)

Questa breve guida si propone come un pratico manuale per spiegare le crittografie agli enigmisti meno esperti che vogliano avvicinarsi a questo tipo di gioco. In modo semplice e schematico sono illustrati con chiarezza i vari tipi di crittografie, accompagnando l’esposizione con notizie storiche ed evidenziando l’evoluzione tecnica delle crittografie. (…) In modo semplice e con linguaggio chiaro e scorrevole, sono esposti tutti i tipi di crittografie, evidenziandone le strutture. Le spiegazioni sono accompagnate da numerosi esempi (…). Il neofita, accompagnato in questo piccolo viaggio nel mondo della crittografia, potrà sentirsi incuriosito e incoraggiato ad approfondire questo misterioso e affascinante settore dell’enigmistica. (Pratolina, “La Sibilla” n. 2-2016, pag. 78)

 

• Riccardo Benucci (Pasticca), 25 poetici per l'Unità d'Italia

BEI, Modena 2014, 32 pp A4, scaricabile qui

Quando nel 2011 Penombra bandì un concorso di lavori poetici per celebrare il 150° Anniversario dell’Unità d’Italia, così come fece Cameo nel 1961, Pasticca si lanciò in un’avventura proibitiva: “rapito da febbrile estro” creò venticinque splendidi componimenti enimmistici il cui senso apparente è dedicato a personaggi e momenti del Risorgimento italiano, con riferimenti storici precisi e a volte sconosciuti alla stragrande maggioranza di noi. Lo sforzo creativo prodotto da Pasticca ha fatto sì che la giuria individuasse tra le venticinque composizioni poetiche quella che avrebbe vinto il Concorso: l’anagramma titolato Giuseppe Marchetti, Il Garibaldino Bambino… Ora i 25 POETICI PER L’UNITÀ D’ITALIA, grazie alla B.E.I., è divenuta una pubblicazione on line liberamente scaricabile dal sito www.enignet.it e stampabile per realizzarne un elegante opuscolo di 32 pagine da tenere in biblioteca e da studiare attentamente. (“Penombra” n. 10-2014, pag. 14).

Grafica accattivante, corredo iconografico appropriato, accurata ricerca storica e biografica fanno da corredo a questa notevole raccolta di giochi poetici dedicati ai personaggi del Risorgimento, composti dall'autore senese in occasione di un concorso bandito da Penombra per il 150° anniversario dell'Unità d'Italia. Tra i lavori, tutti degni di nota, ci piace segnalare quello dedicato a Giuseppe Marchetti, il più giovane dei Mille garibaldini e l'asciutto – ma denso di emozioni Il vecchio Garibaldi ricorda..., in cui l'Eroe dei due Mondi viene mirabilmente trasfigurato in un corroborante ponce alla livornese (Bardo, “La Sibilla” n. 5-2014, pag. 187)

 

Giovanni Riva (Lasting) Le regine dell'enigmistica classica: Rossana

Milano 2014, 552 pp., fuori commercio
distribuito dall'autore (V. Torino 22, 20865 Usmate MI, tel. 039.670557 – 392 4444232

Questo imponente volume dedicato a Rossana (Maria Mattioli) intende essere il primo d’una collana con la quale Lasting – da tempo impegnato nella produzione di libri dedicati ai “Maestri di Enigmistica Classica” – vuol dare rilievo alle donne dell’enimmistica che con la loro particolare sensibilità, delicatezza e bravura hanno contri­buito all’evoluzione della nostra amata Arte. Altri libri antologici sono stati pubblicati con raccolte parziali di giochi creati da donne; questo, invece, comprende l’opera omnia di Rossana, un’autrice che – benché sia vissuta enigmisticamente nella prima metà del Novecento – ha scritto enimmi tuttora attuali e, come ha evidenziato Favolino, «sono esempi che ancora oggi possono essere additati come brani d’antologia». Bisogna dar atto a Lasting che ha svolto un lavoro di ricerca preliminare e di materiale molto impegnativo, ma grazie all’indispensabile contributo di alcuni enimmisti… è riuscito a completare il libro che raccoglie tutta la produzione di giochi di questa straordinaria e sensibile autrice/poetessa... Inframmezzati ai giochi vi sono articoli, note, resoconti, fotografie, e tante notizie utili a rendere più completo, chiaro e comprensibile il contesto. (“Penombra” n. 10-2014, pag. 14)

  

Sergio Bertolotti (Ser Berto) Antologia di enigmi

Menthalia, Napoli, 2014, Quaderni della Sibilla n. 34

Le edizioni estive-bimestrali de LA SIBILLA sono sempre entusiasmanti: …ecco ora la splendida ANTOLOGIA DI ENIGMI di Ser Berto: «uno fra i massimi autori di Enigmistica Classica di ogni tempo». L’edizione si presenta con una veste tipografica di particolare lindore, linearmente elegante, ariosa e nel contempo compatta ed essen­ziale; il tutto preceduto da un’introduzione e una disamina critica di Guido in merito all’operato di Ser Berto, acuta­mente messo in rilievo per quanto riguarda il settore dei ‘poetici’, nel cui àmbito: «c’è sempre una narrazione legata ad episodi della nostra vita, del nostro mondo»… Quanto ai lavori ‘epigrammatici’ è fondato ciò che scrive Guido in merito ai ‘brevi’ di Ser Berto, e cioè che essi sono da collocare nell’“empireo” del settore del sintetismo enimmo­gra­fico; ‘brevi’ folgoranti in virtù sia del loro humour e della loro luminosità, sia in virtù dell’originalità… Completa l’“Antologia” una felice selezione della creatività di Ser Berto crittografo…  In appendice è stato inserito un ricco album fotografico dove le immagini di Sergio Bertolotti si affiancano a quelle di tanti enimmisti della nostra storia umana. Ringraziamo, dunque, Guido per questa sua edizione che entra – di diritto – nel novero delle pubblicazioni sui cui si fonda la memoria delle creatività proprie, anzi esclusive, dell’Enimmistica Classica. (Fantasio, “Penombra” n. 10-2014, pag. 15)

  

Haunold, Nam, Pippo, Gli Edipi a Tebe (parte 2a)

BEI, Modena 2014, 40 pp. A4 - scaricabile qui

Dopo che Enignet aveva raccolto e messo in rete lo studio di Zoroastro che ripercorreva la storia dei nostri Congressi Nazionali (e non solo) dal 1897 al 1969, arricchendolo con un corredo iconografico in parte nuovo, Pippo …(Pasticca, “Penombra” n. 4-2014, pag. 14)

E'… l’ultima lodevole fatica del trio Haunold-Nam-Pippo, dal titolo “Gli Edipi a Tebe - 2”. Si tratta di un imperdibile compendio riguardante la storia dei 23 Congressi Enigmistici che si sono susseguiti dal 1970 ai giorni nostri: un lavoro che costituisce la degna continuazione della monumentale opera di ricerca compilativa che il Maestro Zoroastro redasse e pubblicò sul finire degli Anni ’60… Dopo un utile schema riassuntivo contenente i riferimenti bibliografici… comincia la dettagliata storia dei 23 Congressi in esame. Si parte con Venezia e Roma, i gloriosi Anni ’70, periodo di svolta per l’Enigmistica moderna, con il fiorire delle nuove scuole di autori, per passare per lo storico Modena 1977, alla corte del munifico Paladino, Cattolica 1983, i numerosi incontri in terra toscana degli Anni ’80-‘90, e arrivare infine ai tempi attuali, caratterizzati anch’essi da un’ulteriore ondata di nuovi e autori e di nuove piattaforme. Il tutto corredato da precisi resoconti, analisi, dati e immagini evocative… (Il Langense, “Il Canto della Sfinge” n. 40, marzo 2014)

 

Pippo, Nam, Haunold (a cura), Il Filo di Arianna di Favolino

BEI, Modena 2014, 28 pp. A4 - scaricabile qui

Grande è il merito della B.E.I. e dei soliti, instancabili Pippo, Nam e Haunold che hanno raccolto in un unico volume gli articoli che, sotto il titolo Il Filo di Arianna, uscirono sul Labirinto nel biennio 1987-88… Agli scritti originali sono state aggiunte foto, disegni e anche alcuni giochi dell’autore. Dico subito che la lettura di tale “diario autobiografico” (ma la definizione è riduttiva) è di straordinaria suggestione e anche divertente... In 25 pagine l’esistenza di uno dei più grandi enigmisti di sempre… scorre via leggera, da Napoli a Roma, passando per l’Africa e Parigi. Tanti i personaggi e gli “edipi” descritti da Favolino, sempre con occhio sagace, nomi a volte quasi persi nella memoria ma che nella penna dell’autore risaltano con brio, ciascuno con le proprie qualità, fisime, capacità, angosce. I bozzetti sono finemente tratteggiati ma pungenti: volti, passioni, vittorie e litigi di decenni fuoriescono briosi, ricostruendo la storia dell’enigmistica classica italiana del ’900... Gli articoli parlano anche dei Congressi, in special modo di quello, davvero magico per Favolino, di Modena del 1934 e degli altri svoltisi a Roma nel 1948, a Milano nel 1949 e sempre a Roma nel 1971... Uno spaccato delizioso e imperdibile. (Pasticca, “Penombra” n. 4-2014, pag. 14)

 

Nello Tucciarelli (Lionello), Quarant'anni di rebus

vol. IV, Roma, stampa in proprio

Nelle 230 pagine del volume sono riportati ben 523 rebus (di cui 200 riprodotti a colori) pubblicati nell’arco di quasi un trentennio. Coloro che fossero interessati al volume possono contattare direttamente l’autore: tucciarellinello@libero.it  (“Penombra” n. 4-2014, pag. 15)

 

Federico Mussano, Scientia in rebus est. Comunicare e conoscere per enigmi

UniversItalia, Roma, 2013; pp. 86; € 10,00; ISBN 978-88-6507-569-2

Comunicare e conoscere per enigmi? Sì, nel rebus esiste anche questa dimensione e mediante un ricco corredo di esempi - opera dei più prestigiosi autori del rebus moderno - il lettore entra nel mondo del gioco illustrato, nel complesso di convenzioni e di pratiche, di attori sociali e di fatti linguistici che rivela una trama comunicativa sorprendente per un gioco enigmistico stimolante. Completano il volume: una premessa linguistica di Francesca Dragotto, una postilla onomastica di Enzo Caffarelli, un’appendice agiografica di Diego Scipioni. (“Penombra” n. 4-2014, pag. 15)

I primi tre volumi della collana “OLOS - Area Linguaggi e Comunicazione” avevano già toccato, sebbene marginalmente, l'enigmistica e la ludolinguistica mentre, con questo quarto volume, il rebus si pone decisamente al centro dell'attenzione e ne costituisce, come scritto nella premessa, magna pars e cuore pulsante. (Tiberino, “Leonardo” n. 2-2014, pag. 14)

 

Giovanni Riva (Lasting), Dizionario degli anagrammi

(Volume 2°: frasi anagrammate - anagrammi crittografici) - Milano 2013, formato 21x29, 252 pagg, reperibile c/o Giovanni Riva, ViaTorino 22, Usmate MI (tel. 039.670557)

Lasting… ha raccolto “quasi settemilasettecento anagrammi” di vario genere, sistemandoli in un corposo pregevolissimo volume impostato in modo sobrio, piacevole, estremamente fruibile dal lettore… Il contenuto del volume è curato con molta competenza e dedizione paziente: il materiale è collocato come in un archivio perfettamente funzionale, e ciò rende più piacevole e facile la consultazione… Nella sezione finale, in stretto ordine alfabetico, sono riportati gli anagrammi crittografici nei quali, come si sa, bisogna interpretare un “esposto” per ricostruire una frase anagrammata a senso continuativo... Siamo grati a Lasting per quest’altra magnifica opera, da sfogliare con la dovuta tranquillità, che desterà sicuro interesse nei lettori. (Cleos, “Il Labirinto” n. 6-2013 pag. 28)

Nel libro - presentato sotto forma di repertorio - sono inserite frasi anagrammate (in italiano e in latino), componimenti anagrammatici (alcuni con acrostico) ed anagrammi crittografici… Nel volume sono state inserite 4049 frasi anagrammate e 3631 anagrammi crittografici… Il repertorio è stato impostato in maniera tale che gli anagrammi -inseriti in ordine alfabetico e raggruppati per argomento - si possano leggere e gustare senza confondere gli uni agli altri, ben spaziati tra essi onde evitare confusione… (“Penombra”, n. 6-2013 pag. 13)

 

Scritti in onore di Giuseppe Aldo Rossi

Arti Grafiche Licenziato, Napoli 2013

E' una deliziosa plaquette di 70 pagine, un opuscolo non venale, edito con il contributo degli autori dei testi che lo compongono, stampato in occasione del 100° compleanno di Giuseppe Aldo Rossi, il Maestro Zoroastro. Ideatore e curatore di questo pregevole volumetto è Raffaele Aragona, Argon… (“Il Labirinto” n. 7/8-2013 pag. 30)

…La pubblicazione contiene pensieri, creazioni e saggi che alcuni enigmisti hanno voluto scrivere per lui [Zoroastro], oltre ad “altri suoi colleghi in ambiti diversi sollecitati dall’amicizia che ripongono in questo illustre maestro dell’enigmistica, della linguistica, del romanesco, della ludolinguistica e di tanti altri interessi ed attività che il professore ha coltivato e coltiva con passione e acume”. (“Penombra”, n. 7-2013 pag. 1)

  

Piquillo e la Sfinge, 1963 / 2013: cinquant’anni di enigmistica ‘totale’

Opuscolo BEI  n. 15 a cura di Pippo, Nam e Haunold; Modena 2013, formato PDF (3,1 Mb) scaricabile qui

Sono 24 pagine di scritti e di immagini in cui viene racchiuso, in un cerchio ideale, tutto il percorso edipico di Piquillo, grande autore crittografico, formidabile solutore, magnifico organizzatore di Congressi e Convegni, bravo redattore di riviste, curatore di un’ottima biblioteca personale. E altro… Solo leggendo la sua storia è possibile farsi un’idea concreta e completa del ‘personaggio’… Un album di foto, a colori e in bianco e nero, ritraggono Piquillo nelle sue molteplici attività, non solo enigmistiche… (Cleos, “Il Labirinto” n. 7/8-2013 pag. 30)

  

Pippo & Nam, Il passato… presente

Raccolta delle puntate della rubrica “Spazio BEI” su “Il Labirinto” - Ediz. B.E.I., Modena 2013; in formato PDF (28,4 Mb) scaricabile qui

…Rubrica preziosa, perché trae dallo scrigno del passato i diamanti più puri, riportandoli all’attenzione degli Edipi di oggi, che vengono così a conoscenza di scritti, confessioni, invettive e di quant’altro si colmavano gli zaini dei direttori d’un tempo, lungo il cammino editoriale che a ciascuno di loro fu concesso di compiere… La redazione del Labirinto ringrazia per questa prestigiosa raccolta il fantastico ‘duo’ Pippo-Nam e invita a scaricare dal sito della BEI il documento, perché è valido, valido, validissimo!…  (“Il Labirinto” n. 7/8-2013 pag. 30)

  

Nello Tucciarelli (Lionello), Quarant'anni di rebus

Vol. III - Roma, 2013

Lionello ci presenta il terzo volume della raccolta di tutti i suoi rebus in u na bella edizione con molte pagine a colori… I rebus abbracciano il periodo 1970-2010. Quello che abbiamo subito notato è la linearità e la plausibilità delle frasi risolutive, tutte in “stile Lionello”, ben lontane da stramberie ed errori. (“La Sibilla”, n.6-2013 pag.  248)