Pubblicazioni e recensioni 2012-2007

Associazione Culturale “Biblioteca Enigmistica Italiana - G. Panini”
Via Emilia Ovest 707, Modena - www.enignet.it - info@enignet.it 
 
 
Logo BEI

 

Stralci delle recensioni apparse sulla stampa e sulle riviste specializzate

 

 

Giorgio Dendi (Dendy), 2012 - Un anno di anagrammi

Luglio editore, Trieste 2013; pag. 132

Dendy accetta una sfida titanica …commentare una notizia al giorno per ognuno dei 366 giorni dell’anno, tramite l’anagramma del nome e cognome di uno dei protagonisti di quel fatto… Un elegante volume che non solo ci mostra l’abilità di Dendy nel maneggiare le lettere dei nomi per ricavarne frasi incredibilmente calzanti, ma ci permette anche di ripercorrere un intero anno… In ogni pagina del libro trovano posto quattro giornate e per ognuna di esse è riportata prima la notizia in sintesi e poi l’anagramma… La splendida copertina di Moise, che reca l’anagramma Duemiladodici = dà dei dolciumi, completa perfettamente il maestoso lavoro operato dall’amico triestino. (Alan, “Il Labirinto” n. 6-2013 pag. 27)

 

Ennio Peres (Mister Aster), E' l'Enigmistica, bellezza! Lettere e cifre per allenare la mente

Ediz. Ponte alle Grazie, Milano 2012; pp. 304

...Il libro raccoglie una selezione scelta di articoli, ognuno dei quali termina con la proposizione di un quesito enigmistico. Gli spunti ludici offerti sono piuttosto vari… L’autore, infatti, è convinto che sia necessario praticare giochi di diverso genere per poter stimolare le molte attitudini di cui il nostro cervello è potenzialmente dotato (“Penombra”, n. 7-2012 pag. 1).

…Un’altra perla splendida che si aggiunge alla collana sempre più ampia del nostro Mister Aster… Riguardo ai giochi di pura enigmistica, segnaliamo la presenza delle migliori firme nel campo (“Il Labirinto” n. 7-2012 p. 30).

  

Guido Iazzetta, Bibliografia dell’Enigmistica Classica. Le riviste

Ediz. Menthalia, Milano 2012, formato 17x24, 96 pp., e-mail: info@menthalia.it, fax 081.621911

Un’opera - nella sua elegante e lineare veste grafica - che fa onore alla bibliografia dell’Enigmistica Classica; redatta a regola d’arte da Guido con la vigoria di un tenace lavoro di ricerche durato quasi quindici anni… Presenta 84 schede di altrettante riviste edipee… In essa Guido ha inserito tutti i frontespizi delle riviste schedate, ond’è che, in aggiunta ai dati informativi, si ha così l’emozionante sensazione di percepire la quasi fisicità delle riviste: un tocco geniale, generoso, di grande rifinitezza editoriale (Fantasio, “Penombra” n. 11-2012 pag. 2).

…E’ stato un lavoro lungo, in progress, per poter stilare con precisione la vita delle 84 testate di Enigmistica Classica dal 1866 (nascita dell’Aguzzaingegno di Milano) ad oggi. Questa Bibliografia elenca, di ogni rivista, le città, gli anni in cui furono edite, la periodicità, i direttori, i redattori, il formato, il numero di pagine e l’elencazione del materiale in possesso delle Biblioteche e dei collezionisti. (Guido, “La Sibilla” n. 5-2012 pag. 205).

 

Beone 2010

DVD della B.E.I., Biblioteca Enigmistica Italiana “G. Panini”, Modena 2011

E’ l’ultima versione del DVD che raccoglie una notevole quantità di archivi, documenti e programmi dedicati al mondo dell’enigmistica… La parte principale è costituita da “Eureka 4.0”con i quattro archivi (crittografie, rebus, giochi in versi e prosa) aggiornati fino a metà del 2010 (per un totale di 420.000 giochi e articoli) e gestiti da un programma di ricerca arricchito di nuove funzionalità. Ma nel “Beone” c’è anche tanto altro, con importanti novità rispetto alla versione precedente: tutto il materiale BEI d’archivio, repertori, antologie, saggi e curiosità; fascicoli delle riviste di enigmistica classica in corso e del passato; pubblicazioni, programmi di enigmistica utili ad autori e solutori… (“La Sibilla” n. 2-2011 pag. 87).

Mantenendo costante il ritmo temporale dei quattro anni, eccoci al terzo “Beone”, ultima aggiornatissima versione, orgoglio della nostra Biblioteca nazionale. La parte principale e preponderante del DVD è costituita da “Eureka”, che contiene i quattro archivi più consultati, relativi a Crittografie, Giochi in versi, Rebus e Prosa… Ma il DVD Beone 2010 non è solo Eureka: c’è molto altro con importanti novità rispetto alla versione precedente… Magnifica l’”Antologia dell’Indovinello: da Achab a Zoroastro” curata da Fama… E’ possibile sfogliare l’archivio degli “Enigmisti del passato”: è emozionante e commovente rivedere i tanti volti di Amici che ci hanno preceduto in campo enigmistico, o che insieme a noi hanno praticato questa prestigiosa Arte, animandola e vivificandola… (Cleos, “Il Labirinto” n. 3-2011 pag. 29).

L'arrivo di un nuovo “Beone” è sempre atteso un po' come si aspetta la nascita di un figlio, un nipotino, un cuginetto, un fratellino: ognuno di noi scelga la parentela che più si adatta all'emozione provata. Una gestazione molto lunga, mesi che si sommano in anni, durante la quale si chiedono notizie, se ne conoscono le difficoltà, si gioisce per il working in progress. E la notizia che il Dvd (una volta era un Cd, segno che l'archivio s'ingrandisce) è finalmente disponibile si diffonde rapidamente, dilaga… Insomma, una festa. Il nuovo Beone è già al lavoro, svolge il suo ruolo fondamentale e porta finalmente un po' di freschezza e novità. Il nostro applauso va a Pippo e a tutta la sua squadra (Isolina, “Il Canto della Sfinge” n. 28-febbraio 2011). 

 

AA.VV., Ah che rebus! Cinque secoli di enigmi fra arte e gioco in Italia

Ediz. Gabriele Mazzotta, Milano 2011

Il bel volume nasce come percorso ragionato della mostra di Palazzo Poli a Roma… curata da Maria Antonella Fusco e Antonella Sbrilli in collaborazione con l’ARI… Carta patinata, riproduzioni di alta qualità, grafica accattivante, copertina che omaggia la Brighella delle “Bambole manierose” di Zanzibar. Non soltanto un semplice ‘corollario’ della meravigliosa esposizione romana, bensì uno dei più importanti testi usciti sull’argomento “rebus”, incentrato soprattutto sull’analisi dell’influenza del rebus nell’arte e in vari altri ambiti della nostra quotidianità (Bardo, “La Sibilla” n. 2-2011 pag. 85).

Elegante e fascinoso catalogo che propone un interessante e suggestivo, nonché aggiornato, percorso “fra opere d’arte italiane, libri antichi e moderni, riviste, fogli volanti, graffiti, video” e quant’altro, che richiamano, nella loro elaborazione e produzione, il nostro “rebus”. Il catalogo rappresenta una preziosa e coinvolgente passeggiata attraverso i secoli, alla ricerca della fonte primigenia, delle radici più vere e più profonde di questo nobile gioco: un itinerario assai lussureggiante sostenuto da una scrittura che non annoia, accompagnata da esempi concreti e tavole illustrate molto pregevoli (Cleos, “Il Labirinto” n.5-2001 pg. 3).

 

Nello Tucciarelli (Lionello), Quarant’anni di Rebus

Roma, 2011, (fuori commercio - distribuito dall’autore)

…La pubblicazione, di 183 pagine, con le prefazioni di Orofilo e di Snoopy, contiene 469 rebus tratti dalla vasta produzione di Lionello ed è stata suddivisa in sezioni: Settimana Enigmistica, Concorso Rebus Briga, Concorso Rebus La Brighella, Rebus della ‘classica’, Rebus nei congressi e convegni enigmistici ed una speciale sezione dedicata ai grandi amori della sua vita: la moglie Anna ed i figli Roberto e Daniela suoi ‘complici’… (“Penombra”, n. 8/9-2011 pag. 3).

Un’ampia gamma di giochi del grande rebussista romano… Una ghiotta occasione per ripercorrere il cammino compiuto finora nel mondo di Edipo da questo autentico campione degli illustrati (Bardo, “La Sibilla” n. 5-2011 pag. 228).

  

Monica Longobardi, Vanvere

Carrocci Editore, Roma 2011

Parodie, giochi letterari, invenzioni di parole: questo promette e mantiene l’accurata pubblicazione della professoressa Monica Longobardi… Oltre ad essere un ‘prontuario’ utile e stimolante per gli amanti della ludolinguistica, per gli insegnanti e gli studenti, è anche una piacevole, interessante lettura fine a se stessa. Generoso di esempi e note, il libro raccoglie contributi di generazioni di studenti, coristi, colleghi e familiari contagiati da questa ‘lucida follia’ (Bardo, “La Sibilla” n. 5-2011 pag. 228).

  

Ciao, Maestro!, Salvatore Chierchia, Maestro di Enigmistica Classica

Campobasso 2011, (a cura della famiglia Chierchia-Angarano e di F. Anzovino), fuori comm., 78 pp.

…La lettura delle testimonianze, scritte dagli amici enimmisti e ludolinguisti, è emotivamente molto coinvolgente e le immagini sono dolci, il volto rassicurante e sorridente di Salvatore rendono pienamente il ’personaggio’che è stato e che rimarrà per sempre scolpito nei nostri pensieri e nei nostri ricordi… (“Penombra”, n. 8/9-2011 pag. 3).

In una plaquette e fortemente emozionale… hanno raccolto le testimonianze di stima e di affetto espresse da numerosi amici in occasione della scomparsa del nostro Maestro Magopide… Tutti hanno elogiato la sua totale profonda intelligenza e integerrima dedizione all’arte degli enigmi… (Cleos, “Il Labirinto” n. 7/8-2011 pag. 4).

  

Franco Melis (Fra Me) - Versi in forma di enigmi

Ediz. Il Labirinto 2011, con avvertenze introduttive di G. Caso (Cleos) e C. Ciasullo (L’Esule)

…Antologia di sessanta lavori pubblicati dall’editoria edipea dal 1958 al 1999. I componimenti si presentano quali mere performance poetiche, che attingono tutte livelli di affascinante persuasività sul piano di reminiscenze personali emergenti da quella che Ungaretti chiama la profondità del Tempo… (“Penombra”, n. 10-2011 pag. 1).

…E’ un dono prestigioso, questo di Fra Me, un libro sapiente che racchiude belle immagini poetiche che si sposano con una solida tecnica enigmistica, una enigmistica profondamente pensata, nuova, interessante nel suo sviluppo. … Immagini e passioni ideali si traducono in forte e sapiente sostanza enigmistica, con una sintesi di idee encomiabile, volta a privilegiare la parola essenziale che desta più meraviglia (Cleos, “Il Labirinto n. 6-2011 pag. 3).

  

Giuseppe Aldo Rossi (Zoroastro), I giochi enigmistici - I giochi crittografici

Roma 2011, 458 pp., fuori comm. (distribuito da Giovanni Riva, Via Torino 22, Usmate MI, tel. 039.670557)

…Ponderoso trattato zoroastriano: un libro di 458 pagine, ottimamente rilegato, con una ricca ed esemplare antologia di tutti i lavori commentati. Quest’opera si raccomanda, in particolar modo, ai ‘giovani’ autori e solutori per ‘farsi le ossa’ nel modo più approfondito (“Penombra”, n. 11-2011 pag. 1).

…Un libro importante, che contiene tutti i crismi del trattato prezioso, un libro perfettamente strutturato, ben coordinato nella materia, utile a quanti vogliono approfondire la nostra arte, ma anche adatto ad un iniziale approccio da parte di chi si accosta alle nostre sponde con atteggiamento circospetto e diffidente… La caratteristica formale che accomuna i vari capitoli è che essi sono modellati su un linguaggio esemplare per chiarezza, concisione, semplicità e competenza terminologica, un linguaggio privo di orpelli e abbellimenti semantici, basato su una sintassi lineare e compiuta (Cleos, “Il Labirinto” n. 10-2011 pag. 3).

    

Giuseppe Riva (Pippo), Silvano Rocchi (Ser Viligelmo), Non di sola enigmistica…

Opuscolo BEI n. 14, Modena 2010 - 24 pp., A4 (fuori commercio, scaricabile qui)
Dopo una brevissima “Premessa”, in cui vengono chiariti i motivi della pubblicazione (soprattutto la necessità di dare un corpo e un’anima ai personaggi che hanno vivificato il nostro mondo e sono conosciuti unicamente per il loro pseudonimo e la loro produzione edipica…) i curatori presentano i ritratti di 17 enigmisti, tra i più importanti del secolo scorso… Molti altri nomi e notizie biografiche figurano al paragrafo 19, “L’altra vita flash” (Cleos, “Il Labirinto” n. 5-2010 pag. 4).

 

  

Piero Nissim - Ciao Pisa Caio Spia

ETS, Pisa 2010

Dopo il suo primo “Ciao Caio, 100 personaggi in 100 anagrammi”, l’autore ci propone un seguito incentrato su Pisa e i suoi abitanti. Si va da Galileo ai personaggi attuali. Il gusto dell’autore pisano è molto diverso dal nostro, in cui si richiede sempre una stretta relazione con le caratteristiche del personaggio anagrammato (“La Sibilla” n. 1-2011 pag. 33).

  

64° Congr. Enigmistico, 31° Convegno Rebus ARI, Ceresole Reale TO, 1/4  lug. 2010

Atti e documenti congressuali - a cura del Comitato Organizzatore (formato A4) - scaricabile anche qui

…Bellissimo numero unico, che raccoglie, in 120 pagine patinate e a colori, il tradizionale e… trisecolare evento enimmistico che, questa volta, ha battuto un record: quello dell’altitudine, ben 1.620 m!… Nella pubblicazione sono raccolti tutti gli atti della manifestazione: i concorsi, le relazioni, le ‘tavole rotonde’, l’Assemblea dell’ARI, i moduli delle gare solutori, i videorebus, la gara musical-enigmistica e, per finire, le solkioni di tutti i giochi con la rassegna stampa (Cesare, “Penombra” n. 11-2011 pag. 1).

…Una bellissima pubblicazione che consente anche a chi non abbia potuto partecipare, di assaporare idealmente quei momenti, vivendo insomma quell’atmosfera almeno attraverso gli occhi della fantasia... Resterà nei nostri archivi a testimonianza d’un lavoro svolto con cura e appassionatamente (Cleos, “Il Labirinto” n. 9-2011 pag. 3).

 

Marco Peres, Piccoli rebus

Ediz. Stampa Alternativa - Nuovi Equilibri, Viterbo 2009, pagine 48

Linda e accattivante introduzione e guida al rebus, redatta e illustrata di propria mano da Marco Peres… Marco è davvero riuscito, con sicura padronanza, a fornire l’abc della normativa di fatto disciplinante il rebus, e anche a descriverne tutte le varietà per le quali ha creato e disegnato efficienti, didascalici, esempi iconografici… esprimiamo i nostri rallegramenti per siffatta seria, e amenamente compiuta, impresa didattica (“Penombra” n. 5-2009 pag. 2).

E’ un simpatico albetto della famosa serie “Millelire” contenente tutti i principali tipi di rebus… Con un linguaggio giovane, efficace, Marco si rivolge in particolar modo ai suoi coetanei e li instrada nel magico mondo dei rebus portandoli per mano e spiegando loro tutte le varietà, compresi i moderni Imago e Verbis… (Guido, “La Sibilla” n. 2-2009 pag. 83).

…Marco (non dimentichiamo che ha solo 16 anni) con “Piccoli rebus” ha cercato (per noi nel modo migliore) con scorrevolezza e precisione di fornire una esaustiva, seppur succinta, guida (dedicata ai principianti) per la risoluzione del rebus. Viene spiegato cos’è un rebus, come si risolve, quali sono i vari tipi di rebus… (Tiberino, “Leonardo” n. 3-2009 pag. 22).

…Un fresco (in tutti i sensi) libretto, dove [l’autore] spiega con validissimi esempi e chiarezza di concetti la quasi totalità dei rebus esistenti… Lo scorrevole opuscolo… raggiunge perfettamente lo scopo che si prefigge, vale a dire di illustrare senza astrusità le varietà di rebus più frequenti sulle nostre riviste. E ci riesce benissimo, con economia di mezzi e un innato senso della sintesi che, a nostro parere, qualsiasi divulgatore dovrebbe avere… (Ilion, “Il Labirinto” n. 5-2009 pag. 29).

  

Gymnasium, In ricordo di Giorgio Maciga (Glucinio)

Quaderni della Sibilla n. 32, Napoli 2009, 16 pagg.

…E’ una coinvolgente monografia di uno dei più affascinanti protagonisti della storia dell’Enigmistica Classica agli inizi del XX secolo… frutto di una appassionata e lunga e non facile ricerca di Guido in merito a Glucinio e, in particolare, sul valore propriamente enimmatico di questo meraviglioso personaggio avviatosi, a soli 11 anni, sulle orme di Edipo con un’intelligenza multiforme di straordinaria efficienza… Toccanti le dichiarazioni di due discendenti di Glucinio, Giorgio e Andrea Maciga, e le ricerche biografiche della ferrarese Erika Boeris (Siberia) per quel che riguarda gli aspetti più umani di Glucinio… (Fantasio, “Penombra” n. 8/9-2009 pag. 4).

…Il fascicolo, frutto di un lavoro che ha richiesto lunghe stagioni di ricerche, è stato pubblicato usando la stessa carta, lo stesso carattere e la stessa copertina di Gymnasium, la testata fondata da Glucinio nel primo decennio del secolo scorso… Il quaderno, curato con tanto trasporto da Guido e che molto deve alle ‘indagini’ di Erika Boeris (Siberia)… intende porsi come punto di partenza per ulteriori studi sulla vita e le opere di un ragazzo che ci ha lasciati ad appena diciotto anni di età… La preparazione del quaderno… ha avuto anche il merito di far conoscere alla famiglia Maciga la grandezza del suo giovane antenato... (Pasticca, “La Sibilla” n. 4-2009 pag. 186).

  

Pippo, Nam, Haunold (a cura), Terminologia enigmistica Giochi nuovi

Opuscoli BEI, Appendice n. 9a.1, 2009 (formato PDF scaricabile anche qui)

…Utile guida per orientarsi tra le molte proposte di nuovi giochi enigmistici degli ultimi anni… L’opera fornisce, per ogni tipologia di gioco nuovo, nomenclatura, esempi, note tecniche, riferimenti bibliografici e storici… Un sincero plauso alla BEI per questa pubblicazione, testimone della fortunatamente viva e intatta voglia di scoprire nuove strade (Bardo, “La Sibilla” n. 5-2009 pag. 213).

Pippo e Nam, a cui si è aggiunta Haunold, hanno aggiornato la precedente terminologia con un’appendice di “Giochi nuovi”, cioè di schemi combinatori che negli ultimi anni sono andati via via affermandosi sulle nostre riviste… Un ringraziamento per l’attenzione che mostrano per le nostre cose e per la competenza con cui hanno trattato la materia (Cleos, “Il Labirinto” n. 10-2009 pag. 4).

  

Stefano Bartezzaghi, Il libro dei giochi per le vacanze

Edit. Mondadori, Milano 2009

…Stefano Bartezzaghi colpisce ancora, stavolta inventandosi l’esatta via di mezzo (il diletto perfetto) tra il libro del mare e la rivista di enigmistica: per dare forma compiuta e insolita al tutto, il volume è una sorta di blocco tenuto insieme da una spirale… invito alla comodità, penna e gomme e via. Anche il contenuto è una gran sintesi: ovvero 160 giochi classificati come anagrammi, rebus, cruciverba, refusi, indovinelli… (Antonio Dipollina, “La Repubblica” 27.5.2009).

  

Giovanni Riva (Lasting), Salvatore Chierchia (Magopide) Tutti i giochi 1956 / 2006

Milano 2009, 360 pp., fuori comm., distribuito dall'autore (Via Torino 22, Usmate MI, tel. 039.670557)

...In un pregevole libro di sostanza e intelligenza [l’autore] presenta Magopide, Salvatore Chierchia di Campobasso. Questa raccolta racchiude tutta la produzione enigmistica del Nostro, scritta nell’arco di mezzo secolo… interessante produzione edipica offerta alla delizia d’un paio di generazioni di solutori che ne hanno apprezzato, nel tempo, l’acume sottile ed una certa marcata impronta di originalità e creatività… (Cleos, “Il Labirinto” n. 12-2009 pag. 9).

…Questo libro vuol essere una pubblicazione per appassionati che la leggono senza l’assillo di trovare le soluzioni assaporando, senza esser preso dalla fretta di risolvere, l’originalità dell’Autore, l’immagine descritta e la relativa dilogia, ‘studiando’ e soffermandosi sulle evolute e raffinate esposizioni poetico-enimmistiche. Magopide è sempre andato alla ricerca di ‘novità’ nel creare i giochi e nel trovare combinazioni diverse e non ancora utilizzate… (“Penombra” n. 1-2010 pag. 13).

  

Giulio Tamberi, Antologia di indovinelli enigmistici

Roma 2009 (a cura dell’autore)

L’edizione (in cui sono raccolti 180 componimenti che il nonno dell’autore, Luciano Cristiani, ha pubblicato dal 1983 al 2003 su “La SettimanaEnigmistica”) è per molti aspetti singolare e assai interessante, atteso che, come ci informa il curatore, è anche “una riflessione su come si creano gli indovinelli, su quali strategie si possono adottare per risolverli, sulle analogie con la matematica, la fisica, le immagini o meccanismi di psicologia cognitiva” (Fantasio, “Penombra” n. 3-2010 pag. 13).

 

Mario Acunzo (Marac), Storia dell'anagramma

Milano 2008, 228 pagg, reperibile c/o Giovanni Riva, ViaTorino 22, Usmate MI (tel. 039.670557)

Questo quinto volume del “Progetto Anagramma” è la “Storia dell‟Anagramma” scritta da Marac, che è stata per molti anni tenuta inedita perché le grandi case editrici non erano interessate alla pubblicazione… Sapendo che Zoroastro aveva i fogli originali dattiloscritti con molte note aggiunte a mano e su foglietti volanti, Lasting li ha chiesti per poterli tradurre in un libro… E' stata così realizzata una interessantissima pubblicazione che colma un vuoto nella nostra enigmistica classica e che porta note, aneddoti, spiegazioni, esempi che fanno comprendere con chiarezza e piacevolezza lo svolgersi e l'evolversi della vita dell'Anagramma che ancora coinvolge e meraviglia tanta gente… (“Penombra”, n. 12-2008 pag. 2).

Questo nuovo libro… scritto da Marac nei suoi molti anni di militanza enigmistica, e curato da Lasting, rappresenta in qualche modo il cerchio che chiude il discorso intorno all’anagramma… un libro omogeneo, stimolante, curiosamente interessante per tutto ciò che in esso vi è deposto e sistemato. Lasting ha letto, riordinato, ricucito con certosina pazienza i vari pezzi, in modo che potesse essere presentato al lettore, il più correttamente possibile, il percorso compito da Marac nei misteri della nascita e del divenire di questo speciale gioco, l'anagramma, che affascina non solo i cultori dell'enigmistica per le sue implicazioni letterarie e ludiche, ma seduce anche il profano… Ne scaturisce una pubblicazione assai ricca di narrazioni, di episodi a volte ignoti e intriganti, di mille curiosità che hanno accompagnato l'anagramma nel suo sviluppo secolare… (Cleos, “Il Labirinto” n. 12-2008 pag. 29).

…Questo interessantissimo libro colma senz’altro un vuoto nel mondo dell'Enigmistica e con le sue note, aneddoti, spiegazioni ed esempi fa comprendere con chiarezza lo svolgersi e l'evolversi dell'Anagramma, un gioco meraviglioso e sempre appassionante. A completamento dell'opera una vasta e importante bibliografia (“Leonardo” n. 1-2009 pag. 6).

 

Gentile Dessy (Spirto Gentil), Antologia di enigmi

Ediz. La Sibilla, Quaderno n. 31, Napoli 2008, pagg. 72

…Raccolta dei giochi di Spirto Gentil, l’esimio enigmista cagliaritano che segue la nostra rivista fin dalla sua nascita nel 1975. Il libro è targato “Sibilla” ma è un dono dell’autore: come ringraziarlo?… Ci resta questo spazio, da cui gli confermiamo la nostra stima e la nostra simpatia e da cui rinnoviamo un autentico complimento per come ha saputo guidare il gruppo cagliaritano in tanti anni… (Guido, “La Sibilla” n. 6-2008 pag. 260).

  

Gianni Ruello (Il Nano Ligure), Antologia di indovinelli

Ediz. La Sibilla, Quaderno n. 29, Napoli 2007, pagg. 112

…Un’assai ardua selezione realizzata con encomiabile impegno da Adelaide e dal Frate Bianco… al fine di offrire al lettore il massimo dell’agio risolutorio e, quindi, del divertimento; ...in apertura un affettuoso articolo di Hidalgo ripercorre il suo ‘incontro’ con l’autore; …una divertente caricatura del Nano Ligure, il quanto mai avventuroso excursus esistenziale del prodigioso indovinellista… un’arguta considerazione di Mimmo sui tempi di creatività dell’amico genovese… (Fantasio, “Penombra” n. 8/9-2007 pag. 17).

…Soltanto i grandissimi enigmisti possono meritare di dare alle stampe un volume interamente composto di indovinelli. Insomma, o si è Il Valletto o si è Il Nano Ligure… o si è pochi altri… Crearne 2360 tutti pubblicabili come ha fatto, in cinquanta anni di luminosa carriera, il nostro Gianni Ruello da Genova, fa sgranare gli occhi per l’ammirazione… 200 indovinelli adesso editi in antologia: una selezione che ha reso felice l’autore e che sicuramente ha tutte le caratteristiche per soddisfare il lettore più esigente. Giochi spumeggianti, ricchi di trovate, di ironia, che esaltano attraverso fulminanti invenzioni ed immagini destinate a strappare l’applauso… (Pasticca, “La Sibilla” n. 4-2007 pag. 187).

  

Cesare Bartolini (Simon Mago), Antologia di enigmi

Ediz. La Sibilla, Quaderno n. 30, Napoli 2007, pagg. 112

…Corredato da una limpida e intelligentemente essenziale presentazione di Zoroastro, raccoglie i giochi elaborati a tutto campo da Simon Mago dal 1935 al 1994… tutti improntati al perfezionamento di quella realistica tecnica enimmatica di Scuola toscana che ebbe in Marin Faliero (l’Autore ne fu allievo) l’espressione più concreta e feconda di sviluppi per la realizzazione del miglior equilibrio tra esigenze dilogiche, sul piano tecnico, e valenze poetiche sul piano del senso apparente… sono lavori tuttora in grado di offrire un gran divertissement al solutore che ne voglia individuare i soggetti reali: proprio come deve essere del fine ultimo della nostra enimmografia (Fantasio, “Penombra” n. 8/9-2007 pag. 17).

…Voluto fortemente dalla famiglia Bartolini, il volume rappresenta davvero una piacevole sorpresa per molti. Perché, se è vero che Simon Mago ha fatto parte a pieno titolo della pluripremiata scuola enigmistica toscana… ho l’impressione che la sua produzione di giochi rischiasse di venire un po’ dimenticata. Questa antologia, realizzata con grande cura, ci mostra innanzitutto un Simon Mago versatile e forte in ogni settore di composizione: valente rebussista, ottimo crittografo, sapiente e preciso ‘costruttore’ di brevi. Ma è forse nella produzione di poetici che il Mago ha dato il meglio, grazie al dono innato di un “afflato poetico giustamente evidenziato da Zoroastro nella puntuale prefazione… (Pasticca, “La Sibilla” n. 4-2007 pag. 186).

 

Stefano Bartezzaghi, La posta in gioco

Einaudi, Milano 2007

…Ecco un altro godibilissimo libro di Stefano, che stavolta riepiloga la sua collaborazione, durata quasi tredici anni, alla Stampa di Torino, nell’inserto Tuttolibri. Nel volume troviamo tutti i giochi che hanno appassionato per anni gli amanti della Ludolinguistica… (Guido, “La Sibilla” n. 3-2007 pag. 122).

 

Giuseppe Riva (Pippo) (a cura), Presentazioni e congedi

Opuscolo B.E.I. n° 12, Modena 2007, pagg. 16 (fuori comm., formato PDF scaricabile anche qui)

…Si tratta della raccolta degli articoli di presentazione e di congedo apparsi nelle riviste di enigmistica classica dal 1866 ad oggi. E’ un modo originale e del tutto singolare per conoscere alcuni particolari del pensiero dei fondatori delle nostre riviste, attraverso i proclami apparsi con la nascita delle stesse riviste o con le parole, meste, della chiusura; …ennesimo, prezioso ed inatteso documento (Guido, “La Sibilla” n. 6-2007 pag. 219).

  

Giovanni Riva (Lasting), Dizionario degli anagrammi (volume terzo)

Milano 2007, formato A4, 264 pp., fuori comm., distribuito dall’a. (Via Torino 22, Usmate MI, tel. 039.670557)

…Contiene quasi cinquemila anagrammi di nomi e cognomi, di personaggi di opere letterarie, teatrali, liriche, mitologiche e di partiti politici italiani… (“Penombra” n. 10-2007 pag. 13).

Ecco un’altra chicca da inserire subito nella nostra biblioteca: il dizionario di tutti gli anagrammi svolti su nome e cognome apparsi sulle nostre riviste e su libri di enigmistica… Ciò che maggiormente meraviglia in questo “Dizionario” sono le informazioni che troviamo per ogni anagramma… (Guido, “La Sibilla” n. 5-2007 pag. 231).

…Si nota in copertina, suggestivamente, l’immagine di Giano bifronte a voler forse significare che nel simbolismo del doppio volto si cela l’ego e l’alter ego, entrambi misteriosi l’uno all’altro… Notevole lo sforzo di assemblaggio e prezioso l’aiuto fornito a Lasting da colleghi in Edipo… i quali hanno procurato liste ed elargito consigli… Ancora un’opera solida ed interessante preparata con tanto amore da Lasting perché nulla vada mai disperso (Cleos, “Il Labirinto” n. 1-2008 pag. 30).

  

Giovanni Riva (Lasting), Giovanni Murchio (Brand) Tutti i giochi 1960 / 2007

Milano 2007, 332 pp., f. comm., distribuito dall'a. (Via Torino 22, Usmate MI, tel. 039.670557)

…Contiene tutti i giochi di Brand che il nostro Autore… durante quasi mezzo secolo di attività ha scritto dando un’impronta diversa e innovativa per quanto riguarda la struttura e la stesura dei ‘poetici’… Non vuol essere una pubblicazione per solutori ma, così com’è impostato, porta un vantaggio a chi legge perché ha modo di gustare immediatamente la poetica dell’Autore, l’immagine descritta e la relativa dilogia, e può assaporare le evolute e raffinate composizioni… (“Penombra” n. 11-2007 pag. 2).

…Non penso di avere le credenziali per avventurarmi in un commento a questa nuova fatica di Lasting. Altri più qualificati di me parleranno di Brand e del suo universo poetico, della sua letterarietà, della sua inarrivabile Aenigma. Né Brand mi consentirebbe di imbracciare il violino… Mi limito a sottolineare il prezioso compito che si è assunto Lasting e che merita il plauso di tutti gli enigmisti… (Guido, “La Sibilla” n. 5-2007 pag. 231).

…Racchiude, in tante splendide pagine, un impegno, serio e profondo e fecondo, di quasi cinquant’anni di attività edipica… Tratto distintivo di Brand è soprattutto l’endecasillabo, musicale ed epifanico, luminoso e potente ad ogni passaggio. Ma il Nostro non disdegna il verso libero, arioso e dalla lunga falcata lirica… E’ bello ed emozionante sfogliare e leggere questa corposa antologia, perché non solo vi si scorge, ben nitido e suggestivo, il viaggio di Brand attraverso il labirinto del linguaggio sfingico, ma si impara a capire e ad approfondire l’incalcolabile contenuto tecnico d’un autore attentissimo ad ogni novità di timbro e pensiero… (Cleos, “Il Labirinto n. 1-2008 pag. 27).

  

Stefano Bartezzaghi, L’orizzonte verticale - Invenzione e storia del cruciverba

Ed. Einaudi, Milano 2007, 382 pagg.

Il saggio - primo in Italia interamente dedicato al cruciverba - che possiamo definire uno straordinario romanzo con personaggi altrettanto straordinari, si compone, oltre che da un prologo, di due parti (Invenzione del cruciverba; l’arrivo in Italia; Verso la fine del Novecento; Fra le caselle; Puzzle society; Fuori dagli schemi) e da tre capitoli conclusivi, in due dei quali vengono mirabilmente tratteggiate le figure di una solutrice, la Gretchen, protagonista del film Marathon di Air Naderi (2002) e di Piero Bartezzaghi, il più importante cruciverbista italiano, ritratto in poche ma toccanti pagine, con filiale affettuosità e ammirazione… (“Leonardo”, n. 1-2008 pag. 21).

Il corposo volume racconta la storia del cruciverba a partire dalla sua invenzione sino ai nostri giorni ed è interamente dedicato al gioco probabilmente più diffuso e noto nel mondo occidentale moderno… Nella prima sezione del volume Stefano racconta in maniera molto dettagliata come è nato il cruciverba in una lontana New York di inizio 1900 e quali vicissitudini editoriali e sociali lo hanno caratterizzato nei primi anni della sua vita… L’autore si sposta poi nel Bel Paese, per descrivere come e quando il cruciverba venne proposto al pubblico italiano dai pionieri enigmisti dell’epoca… Nella seconda parte dell’opera il tono narrativo si innalza sino a toccare gli aspetti artistici del cruciverba spaziando fra la filosofia e la letteratura, chiamando in campo celebri esponenti della cultura moderna… Sull’intero libro si percepisce la presenza pesante dell’ombra di Piero Bartezzaghi, il nostro Zanzibar, padre dell’autore e sicuro protagonista del lancio e dello sviluppo del cruciverba in Italia, oltre che indiscusso punto di riferimento per tutte le generazioni dell’enigmistica moderna. (“La Sibilla” n. 1-2008 pag. 35).

  

Giovanni Riva (Lasting) e Ornella Di Prinzio (Lora), Enigmistica & Matematica

Milano 2007, 272 pp., cm 15x21, distribuito da Giovanni Riva, Via Torino 22, Usmate MI

Nel libro troviamo tutti i giochi enigmistici (crittografie e giochi in versi) aventi come soluzione un termine o un concetto matematico, ed ogni soluzione è corredata da un’adeguata nota matematica… Salta subito all’occhio l’originale impostazione dell’opera che, a nostro giudizio, più che a noi enigmisti sembra rivolgersi ai matematici… Diciamo grazie agli autori per questa pubblicazione, invero molto importante per tutti gli appassionati e di matematica e di enigmistica… (Tiberino, “Penombra” 10-2008 pag. 2).

E’ l’ultima raccolta di Lasting, coadiuvato in questo lavoro da Lora. Si tratta dell’elencazione completa di tutti i giochi enigmistici che presentano relazioni con la matematica… La speranza degli autori, condivisa da noi tutti, è che in qualche modo quest’opera possa interessare i matematici in odore di enigmistica (Guido, “La Sibilla”, n. 5-2008 pag. 232).

…Questo libro, così concepito nella sua naturalezza di esposizione, riesce bene a coinvolgere il lettore e a trascinarlo nell’altrove magico di un universo singolare e affascinante, dove l’enigma incontra la matematica e la matematica viene consegnata, con leggerezza e competenza, in tutta la pienezza dei suoi segreti svelati... Il libro è pregevole anche nella sua confezione… Secondo le stesse intenzioni degli autori, non vuol essere una pubblicazione per solutori, ma un libro da assaporare lentamente sia nel suo contenuto prettamente enigmistico, sia nelle sue note, curiosità, spigolature relative al mondo della matematica, che lo arricchiscono e lo impreziosiscono cospicuamente (Cleos, “Il Labirinto” n. 9-2008 pag. 28).

  

Giuseppe Riva (Pippo), Da Alfa del Centauro al ‘Beone’… cinquant’anni di catalogazioni e repertori enigmistici

Opuscolo B.E.I. n. 13.1, Modena 2007, 20 pp., A4 (fuori comm., formato PDF scaricabile anche qui)

L’Opuscolo è un excursus storico sulla preziosa e meritoria opera di catalogazione del materiale enigmistico e vuol essere un doveroso ringraziamento alle persone che, a vario titolo e con metodologie e strumenti diversissimi, tale lavoro hanno compiuto (“Penombra”, n. 11-2008, pag. 1).

…Indubbiamente un bel lavoro del nostro ingegnere di Sassuolo che qui, abilmente travestito da sarto d’alta moda, ha lavorato di forbici ed ago, ritagliando e ricucendo, da par suo, tutto il meglio che è stato detto e fatto, lungo il corso degli anni, in materia di catalogazione del materiale enigmistico e di repertori specifici. Una fatica non certamente facile di reperimento, lettura, scelta di testi e selezione di brani da riproporre e ricomporre in un discorso unitario che, muovendo da Alfa del Centauro (e dalla sua poderosa classificazione) passa attraverso le tante opinioni e critiche successive fino ad arrivare al magnifico “Beone” che tutti conosciamo, e ai suoi preziosi archivi(Cleos, "Il Labirinto" n.11-2008 pag. 27).